Incontro informativo sulla Vespa Velutina (Livorno, 10 Luglio 2017)

Il prossimo lunedi 10 Luglio, dalle ore 21 alle ore 23, si terrà a Livorno presso la sala conferenze in via dell’Artigianato 53, un incontro informativo sulla Vespa Velutina, organizzato da Agrofauna.

All’incontro, totalmente gratuito ed aperto agli addetti ai lavori e non, del settore apistico, interverrà il Prof. Antonio Felicioli, referente locale del Gruppo Stop Velutina (Dipartimento di Scienze Veterinarie Pisa-CiRAA).

La Vespa velutina è una delle tante specie di insetti alieni che stanno invadendo il nostro territorio creando enormi problemi economici, ambientali e spesso sanitari. È un calabrone originario del Sud-Est asiatico arrivato in Europa, più precisamente nella zona sud-occidentale del territorio francese, nel 2004. Negli anni successivi si è diffuso rapidamente su gran parte della Francia, per poi passare negli stati confinanti; la sua presenza è stata segnalata in Belgio, in Spagna, Portogallo e in Italia.In Italia è penetrato, nel 2012, dal confine francese con la Liguria; ora è presente in tutto il Ponente ligure e nel sud del Piemonte. Il rischio di invasione da parte di questo insetto nelle regioni limitrofe ed, in generale, in tutta la penisola è evidente. Oltre alla capacità di espansione della specie stessa, l’uomo trasportandola inavvertitamente con carichi di merci ne può facilitare la diffusione. È stato stimato che la velocità di espansione di questa vespa si aggiri intorno a 100 Km all’anno.

Pochi giorni fa è stato rinvenuto per la prima volta in Toscana, un esemplare di Vespa Velutina.  Stop Vespa Velutina riferisce che «Dopo aver colonizzato metà della Liguria, diffondendosi anche in Piemonte, Veneto e Lombardia, il calabrone asiatico è comparso in una quinta regione, la Toscana. Un esemplare adulto di velutina è stato trovato infatti a 150 chilometri circa dall’area di infestazione, nel cuore della Versilia: a Pietrasanta, in provincia di Lucca. Il calabrone asiatico è stato individuato il 26 giugno mentre volava in un apiario posto in un uliveto, all’interno di una zona prevalentemente rurale. L’insetto è stato raccolto dal veterinario Enrico D’Addio, specializzato in patologia apistica e apidologia generale, ed è stato identificato da Antonio Felicioli del Dipartimento di Scienze veterinarie dell’Università di Pisa, referente locale della rete scientifica di Stop Velutina».

L’arrivo dell’insetto invasivo ha provocato la massima allerta in Toscana, dove è attiva la rete di monitoraggio di Stop Velutina organizzata localmente dal CREA e dagli apicoltori di ToscanaMiele, dell’Associazione regionale produttori apistici toscani (Arpat) e dell’Associazione apicoltori delle province toscane (Appt). L’esemplare di calabrone asiatico è conservato presso l’Università di Pisa.

L’evento in programma il prossimo 10 Luglio, rappresenta un occasione per fare il punto sulla situazione di questa importante problematica, ed informare gli addetti ai lavori del settore apistico sul recente ritrovamento dell’esemplare in Toscana; sarà possibile vedere l’esemplare rinvenuto, che verrà sottoposto dal Prof. Felicioli all’attenzione degli astanti.

Al fine di organizzare al meglio l’evento si prega cortesemente di dare conferma di partecipazione ai seguenti recapiti.

Studio Agrofauna

Tel. 0586/372494    

mail    formazione@agrofauna.it

 

 

Share
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi