Monitoraggio del Capriolo nel Parco Nazionale dell’Aspromonte

Il progetto “Monitoraggio del Capriolo nel Parco Nazionale dell’Aspromonte” ha lo scopo di monitorare la distribuzione del Capriolo italico reintrodotto sul territorio del Parco nel 2008. Per lo svolgimento del progetto, il Parco si è avvalso della collaborazione dello Studio Agrofauna e di Castanea società cooperativa.

Il monitoraggio è stato svolto mediante la ricerca di segni di presenza della specie (fregoni, raspate, impronte), raccolta di pellet fecali per l’analisi genetica e censimenti notturni con faro alogeno e con termocamera. L’attività di fototrappolaggio ha permesso di accertare la presenza, l’espansione sul territorio e soprattutto l’avvenuta riproduzione della specie. L’insieme delle tecniche applicate ha evidenziato le aree di presenza/assenza. Prossimamente verranno realizzate battute con l’ausilio dei cacciatori locali ed operatori appositamente formati, il tutto con lo scopo di perfezionare la conoscenza delle dinamiche di espansione della popolazione.

Si ringrazia il Dr. Francesco Riga, tecnologo ISPRA, per la collaborazione e la supervisione scientifica al progetto.

Si ringrazia l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte ed il Dott. Siclari per la collaborazione e la disponibilità.

Guarda il video su:

You tube              Facebook         Instagram  

Share
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi