Fototrappole

cinghiale

FOTOTRAPPOLE

Negli ultimi anni la tecnologia è venuta in aiuto in modo spesso dirompente nell’attività di gestione faunistica. Se solo pensiamo ai progressi fatti nella produzione di radio per il monitoraggio a distanza degli animali, ci accorgiamo che queste sono passate da semplici trasmittenti VHF a veri e propri computer in miniatura in grado di rilevare la posizione con un GPS integrato e di spedire all’operatore addirittura messaggi con immagini allegate dell’ambiente circostante.

La stessa cosa è avvenuta per il settore delle fototrappole.
Queste infatti, un tempo molto spartane e con prezzi di mercato molto elevati, sono diventate oggi molto più semplici da utilizzare ma soprattutto con dimensioni fisiche e prezzi molto più bassi. L’impiego di queste attrezzature ha conosciuto negli ultimi due anni un’impennata impressionante con diffusione di materiali di tipo diverso e di diverso impiego. Il mercato presenta macchine molto semplici che scattano semplicemente foto al passaggio dell’animale, fino a quelle più sofisticate che registrano video in alta definizione e si mantengono in contatto via SMS/MMS con l’operatore addetto al controllo. L’utilizzo di queste macchine consente di penetrare nel dettaglio della vita dell’animale, fornendo dati recuperabili altrimenti solo con notevoli difficoltà se non addirittura impossibili. La presenza dell’uomo infatti, oltre ad essere difficile da mantenere per lungo tempo, rende impossibili spesso i rilievi.

Per “trappola fotografica” si intende un’attrezzatura realizzata associando ad una fotocamera un dispositivo (sensore) capace di far scattare automaticamente la fotocamera al passaggio di un corpo. Queste semplici attrezzature, offrono interessanti possibilità sia nel campo della ricerca che della gestione faunistica. Le applicazioni possono riguardare la documentazione di aspetti eco-etologici di specie selvatiche presenti a basse densità o particolarmente elusive, o anche lo studio non invasivo di modelli comportamentali di specie gestite in cattività. Inoltre tra le molteplici informazioni che possono essere ottenute con queste attrezzature, per determinate specie è possibile ottenere anche stime di popolazione.

 

 

Commenti chiusi